L’importanza dell’identità in Cathay Hotel di Massimo Terni

Articolo: L’importanza dell’identità in Cathay Hotel di Massimo Terni

Cathay Hotel di Massimo Terni: il romanzo autobiografico che sfida i confini culturali

Cathay Hotel di Massimo Terni è un romanzo autobiografico che racconta la storia della sua vita, tra l’Occidente e l’Oriente, come figlio di un avvocato italiano e una signora cinese di rara bellezza. Il libro è stato pubblicato dalla casa editrice Ponte di Sisto e può essere acquistato solo online per evitare di essere fagocitato dalla grande distribuzione, un problema comune nel mercato librario italiano.

Il romanzo di Terni è un’operazione complessa e ardita, che richiede coraggio, poiché ciò che racconta è frutto dell’esperienza personale. Le sue pagine sono come un enorme vortice che attira il lettore verso il suo centro. Scrivere un romanzo di questo genere richiede tutta la consapevolezza di chi si è e di come la parola giusta sia necessaria per rappresentarsi al meglio.

cathay hotel copertina massimo terni

L’estetica e l’identità nella scrittura di Massimo Terni

La scelta identitaria e l’estetica dei protagonisti in Cathay Hotel sono elementi chiave della narrativa di Terni. Essere parte di mondi e famiglie non comuni fa la differenza soprattutto in termini narrativi. In questo modo si viene a creare un perfetto accordo di generi e una continua messa in scena di storie e situazioni che coinvolgono l’autore e il lettore in una comunità.

Inoltre, Massimo Terni è uno storico e questo si nota nella scrittura del romanzo. Il suo racconto infatti sfida i confini culturali e invita il lettore a riflettere sulla propria identità e sulla propria relazione con il mondo che lo circonda.

In conclusione, Cathay Hotel si dimostra un libro che va al di là delle semplici etichette e dei generi letterari, offrendo al lettore un’esperienza che invita a superare i confini culturali e ad abbracciare la complessità dell’identità umana.

La trama del romanzo di Massimo Terni

Con Cathay Hotel, la storia del padre e della madre dell’autore tra Cina e Europa, una vicenda privata diventa un pezzo di storia del novecento. La guerra e la Rivoluzione hanno fatto dei suoi protagonisti degli esuli e degli avventurieri. Il padre che a Shanghai lavorava per l’intelligence giapponese riprende a fare l’avvocato a Londra, ma finisce alcolizzato e in miseria. La madre si occidentalizza e diventa, anche in virtù della sua strepitosa bellezza, una protagonista dei salons littéraires tra Milano e Parigi. Il figlio partecipa di questi fasti e sventure tra lingue e paesi diversi e si ritrova a non sapere più chi è. Forse non lo mai saputo. E suo padre? Una spia e un criminale o una vittima della sua epoca? Forse però il figlio ha un vantaggio rispetto ai genitori. E’ uno storico non solo delle idee del passato ma anche di sé stesso. È il frutto della sua prima infanzia cinese e della sua formazione europea. In lui convivono il pragmatismo confuciano degli antenati e l’illuminismo della ragione filosofica. E alla fine le sue passioni non sono più così tristi e trovano l’equilibrio di chi sa da dove viene.

E' disponibile su Amazon il Reading Journal del gruppo di lettura 10 pagine al giorno. 
Clicca per comprarlo o per scoprire il gruppo su Telegram!