Cormac McCarthy libri in ordine cronologico

Articolo: Cormac McCarthy libri in ordine cronologico

I libri di Cormac McCarthy e la storia di un autore unico

I lettori che, come me, vogliono scoprire tutti i libri di Cormac McCarthy, morto il 13 giugno 2023, si trovano di fronte ad una vasta produzione di romanzi, racconti, saggi e opere teatrali. Prima di scrivere tutta la bibliografia di Cormac McCarthy è interessante scoprire l’uomo dietro lo scrittore, e la storia che lo porta a diventare un autore tanto amato.

In questo articolo quindi potrai trovare la sua biografia, l’elenco dei libri di Cormac McCarthy in ordine cronologico di pubblicazione. Questo perché con la sua morte molti lettori e lettrici avranno sicuramente voglia di riscoprire i migliori libri di McCarthy e quelli più consigliati, come l’iconico La strada.
Quindi iniziamo subito.

Chi è stato Cormac McCarthy?

McCarthy Cormac: l’autore “invisibile” dei capolavori letterari

McCarthy Cormac è stato uno degli scrittori più affascinanti e misteriosi del nostro tempo.
Nato nel 1933 a Providence, nel Rhode Island, figlio di un avvocato di successo, ha vissuto una vita incredibile e piena di avventure, dalle quali ha tratto le ispirazioni che hanno plasmato la sua scrittura.

Dopo aver frequentato una scuola cattolica a Knoxville, nel Tennessee, McCarthy si è arruolato nell’esercito, trascorrendo due anni in Alaska, e conducendo persino un programma radiofonico. Tornato a casa, ha ripreso gli studi universitari e ha iniziato a scrivere racconti che hanno attirato l’attenzione della critica e gli hanno valso prestigiosi premi.

La carriera letteraria di McCarthy è decollata nel 1965, quando ha pubblicato il suo primo romanzo, Il guardiano del frutteto. Da quel momento in poi, Cormac McCarthy ha continuato a scrivere opere straordinarie che hanno affascinato i lettori di tutto il mondo.

I temi e i migliori libri di Cormac McCarthy

I suoi romanzi spaziano dalla frontiera americana alla distopia post-apocalittica, con una scrittura potente e suggestiva che affronta temi universali come l’amore, la morte, la violenza e la ricerca del significato nella vita.

Opere come Meridiano di sangue, La strada e Non è un paese per vecchi hanno ottenuto un grande successo critico e sono stati adattati per il cinema, portando McCarthy a una maggiore notorietà internazionale.

Nonostante la sua fama, McCarthy è rimasto un uomo riservato e lontano dai riflettori. Viveva nel Nuovo Messico con la moglie e il figlio, impegnandosi attivamente nella comunità locale. Era considerato uno degli “invisibili” della letteratura, insieme a scrittori come J.D. Salinger e Thomas Pynchon.

La morte di McCarthy e la sua eredità

Purtroppo, il 13 giugno 2023, McCarthy ci ha lasciati serenamente nella sua amata Santa Fe, quasi un mese prima del suo novantesimo compleanno. La sua eredità letteraria, però, continuerà a vivere attraverso i romanzi immortali che ci ha regalato e che noi leggeremo. Io per primo ho intenzione di scoprire di più questo autore, anche se le tematiche della frontiera americana sono lontane dai miei gusti…per ora.

Tra l’altro proprio quando pensavamo di aver letto tutti i libri di Cormac McCarthy aveva da offrire, nel 2022 è stato annunciato che sarebbero stati pubblicati due nuovi romanzi, The Passenger e Stella Maris.

Questi romanzi, che formano una diade, esplorano temi di suspense ed esistenziali attraverso i protagonisti Billy Western e Alice Western. Il primo romanzo, tradotto in italiano come Il Passeggero, è stato pubblicato in maggio 2023, mentre Stella Maris è previsto per settembre dello stesso anno.

Non c’è dubbio che Cormac McCarthy sia stato uno dei grandi maestri della letteratura contemporanea, lasciando un’impronta indelebile nel mondo dei libri. La sua scrittura intensa e coinvolgente continuerà a incantare e a ispirare i lettori per generazioni a venire.

I libri di Cormac McCarthy in ordine cronologico

In questa parte di articolo risponderò a tutti coloro che cercano su Google Cormac McCarthy bibliografia, Cormac McCarthy libri consigliati oppure i migliori libri di Cormac McCarthy.
Il modo migliore di rispondere alle domande di questi lettori curiosi è quello di stilare una guida alla lettura in ordine cronologico dei libri di Cormac McCarthy. Per ogni libro ho ricercato la trama in breve e un link per l’acquisto. Inoltre in fondo all’articolo trovate un file PDF da scaricare con tutta la bibliografia di Cormac McCarthy.
Che volete di più?

Il guardiano del frutteto, 1965

Il primo libro di Cormac McCarthy, Il guardiano del frutteto, è disponibile nell’edizione italiana del 2002, tradotta da Silvia Pareschi, per la collana Supercoralli di Einaudi. L’edizione che oggi potete trovare in tutte le librerie invece è quella per la collana ET Scrittori, sempre di Einaudi che cura la diffusione dei libri di McCarthy in Italia.
Ecco in breve la trama:

Tre uomini (il vecchio Zio Ather, il giovane Sylder che contrabbanda liquori e il ragazzino John), sono i protagonisti di una vicenda che ruota attorno a un cadavere, quello del padre di John, ucciso da Sylder e vegliato da Ather in un orto fra le montagne del Tennessee. Ma in un’agghiacciante commedia degli errori nessuno dei tre ha davvero compreso l’identità dell’altro. Il romanzo, primo dell’autore, ricorre a una lingua volutamente arcaica.

Il guardiano del frutteto (Super ET) eBook : McCarthy, Cormac, Pareschi, Silvia

Il buio fuori, 1968

Per il secondo libro di Cormac McCarthy, Il buoi fuori, abbiamo una traduzione di Raul Montanari, sempre per la collana Supercoralli di Einaudi. Questo romanzo esce prima del precedente, nel 1997.

Culla e Rinthy, due fratelli che vivono all’inizio di questo secolo nel Sud degli Stati Uniti, sono amanti e hanno un bambino che, appena nato, viene abbandonato da Culla nei boschi. Rinthy parte alla ricerca del piccolo, che nel frattempo è stato raccolto da un calderaio ambulante e affidato a una balia. Nel frattempo anche Culla parte alla ricerca della sorella. Ha così inizio un vagabondaggio parallelo nella poverissima regione dei monti Appalachi.

Figlio di Dio, 1974

Figlio di Dio arriva in Italia nel 2000, con il nuovo millennio. Confermato Raul Montanari alla traduzione per la collana Supercoralli di Einaudi. Per il terzo romanzo di Cormac McCarthy viviamo un’esperienza tra il comico e il grottesco nel personaggio di Lester Ballard.

Lester Ballard è un uomo violento, dal passato difficile. Avendo perso ogni cosa, vive nell’abbandono e da sempre sfida e aggredisce i cittadini del suo paese, East Tennessee. Viene incarcerato, con l’accusa di violenza carnale. Quando si scopre che non è colpevole, gli viene concessa la libertà, il permesso di vagare a piacere, razziando e depredando la popolazione con le sue strane voglie.

Figlio di Dio - Cormac McCarthy - Libro - Einaudi - Einaudi tascabili. Scrittori | IBS

Suttree, 1979

Il romanzo Suttree  arriva in Italia con i Supercoralli di Einaudi nel 2009 nella traduzione di Maurizia Balmelli. Questo romanzo di Cormac McCarthy è semi-autobiografico e viene definito dalla critica “il libro più esilarante e insopportabilmente triste”. La storia del romanzo è molto semplice e vede il protagonista Cornelius Suttree cercare una vita più semplice andando a vivere in riva ad fiume Tennessee.

Per vivere Suttree pesca pesci gatto nelle acque limacciose del fiume Tennessee. E sul fiume vive, in una baracca galleggiante ai margini della città di Knoxville, fra ratti reali e metaforici. Ci si è trasferito dopo aver abbandonato un’esistenza di privilegi borghesi e pastoie religiose; l’ha fatto per vivere. Ora nel suo nuovo mondo impara ciò che il fiume insegna: che nel tutto in movimento – quel flusso ora grigio, ora bruno, nero, marrone, color peltro, ardesia, inchiostro o carbonio della cloaca maxima – “il colore di questa vita è acqua” e perciò solo “le forme più primitive sopravvivono”.

Suttree - Cormac McCarthy - copertina romanzo

Meridiano di sangue, 1985

Meridiano di sangue dall’inglese Blood Meridian, or The Evening Redness in the West, è il quinto libro di Cormac McCarthy che vede nella sua traduzione italiana nuovamente il lavoro di Raul Montanari. Nella collana Supercoralli di Einaudi il romanzo compare nel 1996 sulla scia delle prime pubblicazioni dell’autore.

E’ bene mettervi in guardia, perché questo è considerato uno dei romanzi più crudi e più violenti che siano mai stati scritti, e questa è la trama.

1850. Al confine tra Stati Uniti e Messico una banda di cacciatori di scalpi lascia dietro di sé una scia di sangue, sullo sfondo di una natura grandiosa e impassibile. Li comanda il corpulento giudice Holden, «enorme, bianco e glabro come un infante smisurato»: un predicatore e filosofo dei deserti che trascina con sé una corte di spostati, mezzosangue e reietti armati fino ai denti, in una spirale di ferocia e morte. Con loro c’è anche un ragazzo quattordicenne: sarà quella la sua iniziazione alle spietate leggi del West, tra agguati, lunghe marce, bivacchi desolati, notti di bagordi.

Meridiano di sangue - Cormac McCarthy - copertina

Trilogia della frontiera

La Trilogia della frontiera di Cormac McCarthy è incentrata intorno alle avventure e alle vicende formative di due giovani cowboy, John Grady Cole e Billy Parham, ed è ambientata principalmente lungo il confine tra Texas e Messico. La Trilogia della frontiera arriva in Italia con la prefazione di Alessandro Baricco, nella collana Einaudi SuperET nel 2008 e riunisce questi tre romanzi di McCarthy:

  • Cavalli selvaggi
  • Oltre il confine
  • Città di pianura

Trilogia della frontiera: Cavalli selvaggi-Oltre il confine-Città della pianura - Cormac McCarthy - copertina

Cavalli selvaggi, 1992

Nella traduzione di Riccardo Duranti, Cavalli selvaggi (All the Pretty Horses, 1992) arriva in Italia nel 1993, per poi essere tradotto nuovamente da Igor Legati nel 1996, sempre per Einaudi. Il primo libro della Trilogia della frontiera di Cormac McCarthy nell’anno della sua uscita sarà vincitore del National Book Award 1992 e del National Book Critics Circle Award 1992.

Texas, 1949. Lacerato ogni legame che lo stringeva alla terra e alla famiglia, John Grady Cole sella il cavallo e insieme all’amico Rawlins si mette sull’antica pista che conduce alla frontiera e più in là al Messico, inseguendo un passato nobile e, forse, mai esistito. Attraverso la vastità di un territorio maestoso e senza tempo, i due cowboy, cui si aggiunge il tragico e selvaggio Blevins, intraprendono un viaggio mitico che li porterà fin nel cuore aspro e desolato dei monti messicani.

Cavalli selvaggi - Cormac McCarthy - copertina

Oltre il confine, 1994

Oltre il confine di Cormac McCarthy, dall’inglese The Crossing, viene pubblicato nel 1995 con la traduzione italiana di Rossella Bernascone e Andrea Carosso. La collana è quella dei Supercoralli di Einaudi anche per il secondo volume della Trilogia della frontiera.

Alle soglie della seconda guerra mondiale, Billy, giovane figlio di un piccolo allevatore del New Mexico, riesce a catturare la lupa che minaccia il bestiame, ma non la lascia uccidere: cerca anzi di riportarla sulle montagne messicane, di restituirla al suo mondo, che è poi anche quello di una nonna molto amata. Comincia un lungo viaggio avventuroso che porterà Billy e il fratello Boyd a perdersi e a ritrovarsi in un paesaggio metafisico e spietato.

Oltre il confine - Cormac McCarthy - copertina

Città della pianura, 1998

Città della pianura (arriva in Italia nel 1999 con i Supercoralli di Einaudi e la traduzione di Raul Montanari. Il terzo e ultimo capitolo della Trilogia della frontiera chiude le vicende dei cowboy John Grady Cole e Billy Parham lavorano in un ranch fra il Texas e il Messico.

Primi anni Cinquanta. John Grady Cole e Billy Parham lavorano in un ranch fra il Texas e il Messico. Insieme allevano cavalli, ascoltano sotto le stelle i racconti dei vecchi cowboy, si divertono al bar o al bordello. E al bordello John Grady incontra una sedicenne così bella da cambiargli la vita. Così contesa da costringerlo a scontrarsi con il protettore-filosofo Eduardo, in un duello allo stesso tempo epico e metafisico. Ultimo capitolo della “trilogia della frontiera”, Città della pianura parte dove arrivavano i primi due romanzi, Cavalli selvaggi e Oltre il confine. In un West sempre più al crepuscolo, la natura esplode fuori e dentro i protagonisti, splendida e spietata. E se percepire il respiro delle cose, restituirlo nella forma di una superiore sapienza, è privilegio di pochi, nemmeno quei pochi possono cambiare gli eventi: possono soltanto far sentire la misteriosa forza che tiene insieme gli alberi, gli animali e i destini degli uomini.

Non è un paese per vecchi, 2005

Nel 2005 di Cormac McCarthy esce Non è un paese per vecchi che arriva in Italia nei Supercoralli di Einaudi l’anno dopo nella traduzione di Martina Testa. Nel 2007 ne verrà tratto un film scritto e diretto da Joel ed Ethan Coen che vinceranno ben 4 Premi Oscar.

Nel Texas di oggi, lungo il confine con il Messico, si incrociano i destini di tre uomini. Uno di loro sta fuggendo con una borsa piena di soldi, gli altri due lo inseguono. Llewelyn Moss, un reduce del Vietnam, si è ritrovato sul luogo affollato di cadaveri di una battaglia fra narcotrafficanti e ha colto al volo un’occasione troppo grande per lui. Sulle sue tracce si muovono Anton Chigurh, un assasino psicopatico con una pericolosa filosofia della giustizia, e lo sceriffo Bell, un uomo del passato che non sa farsi una ragione della ferocia del presente. Il destino di Moss dipende da quale dei due inseguitori lo troverà per primo. Un romanzo crudo e implacabile come una premonizione di tragedia, che riporta il lettore in quei paesaggi del Sudest degli Stati Uniti dove i vecchi valori hanno ceduto il passo a una violenza cieca e incontrollata. Dove vivono uomini che, «se uno li ammazzasse tutti, toccherebbe costruire una dépendance dell’inferno».

Non è un paese per vecchi (Super ET) di [Cormac McCarthy, Martina Testa]

La strada, 2006

La strada (The Road, 2006), è l’ultimo romanzo di Cormac McCarthy prima di una lunga pausa dalla pubblicazione di altri romanzi. In Italia il romanzo esce sempre per Einaudi nel 2007 con la traduzione di Martina Testa, ed è un romanzo destinato ad un enorme successo editoriale. Il romanzo La strada di Cormac McCarthy  vinse infatti il James Tait Black Memorial Prize nel 2006 e il Pulitzer Prize for Fiction nel 2007.

Un uomo e un bambino, padre e figlio, senza nome. Spingono un carrello, pieno del poco che è rimasto, lungo una strada americana. La fine del viaggio è invisibile. Circa dieci anni prima il mondo è stato distrutto da un’apocalisse nucleare che lo ha trasformato in un luogo buio, freddo, senza vita, abitato da bande di disperati e predoni. Non c’è storia e non c’è futuro. Mentre i due cercano invano più calore spostandosi verso sud, il padre racconta la propria vita al figlio.

La strada - Cormac McCarthy - copertina

Il passeggero, 2022

Il passeggero di Cormac McCarthy arriva in Italia nel 2023 con la traduzione di Maurizia Balmelli, sempre per i Supercoralli Einaudi. Questo è l’ultimo romanzo di Cormac McCarthy che ci ha lasciati nel 2023, ma non è il suo ultimo romanzo scritto. Infatti ci aspettiamo una nuova pubblicazione postuma del romanzo Stella Maris, pubblicato nel 2022 e che arriverà in Italia a breve.

Nel cuore di una fredda notte del 1980, Bobby Western indossa la sua muta da sommozzatore e si tuffa nelle nere profondità della baia del Mississippi. Laggiù scorge il profilo di un aereo con nove corpi in cabina, gli occhi vuoti e le braccia protese verso un gelido abbraccio. Che fine ha fatto il fantomatico decimo passeggero? Quali oscure macchinazioni cela la sua scomparsa? Dolente viandante del mondo da sempre braccato dalla perdita e dalla colpa, ora Bobby deve tornare a fuggire, inseguendo la libertà e il ricordo di una donna per sempre irraggiungibile.

Il passeggero - Cormac McCarthy - copertina

Tutti i romanzi di Cormac McCarthy da Wikipedia

  • Il guardiano del frutteto (The Orchard Keeper, 1965), trad. di Silvia Pareschi, Collana Supercoralli, Torino, Einaudi, 2002, ISBN 978-88-061-5992-4.
  • Il buio fuori (Outer Dark, 1968), trad. di Raul Montanari, Collana Supercoralli, Torino, Einaudi, 1997, ISBN 978-88-061-4286-5.
  • Figlio di Dio (Child of God, 1974); trad. di Raul Montanari, Collana Supercoralli, Torino, Einaudi, 2000, ISBN 978-88-061-5070-9.
  • Suttree (Suttree, 1979), trad. di Maurizia Balmelli, Collana Supercoralli, Torino, Einaudi, 2009, ISBN 978-88-061-4440-1.
  • Meridiano di sangue (Blood Meridian, or The Evening Redness in the West, 1985), trad. di Raul Montanari, Collana Supercoralli, Torino, Einaudi, 1996, ISBN 978-88-061-4193-6.
  • Trilogia della frontiera (Border Trilogy), Prefazione di Alessandro Baricco, Collana SuperET, Torino, Einaudi, 2008, ISBN 978-88-061-9411-6.
  • Cavalli selvaggi (All the Pretty Horses, 1992), trad. di Riccardo Duranti, Napoli, Guida, 1993; trad. di Igor Legati, Einaudi, 1996
    (vincitore del National Book Award 1992 e del National Book Critics Circle Award 1992)
  • Oltre il confine (The Crossing, 1994), trad. di Rossella Bernascone e Andrea Carosso, Collana Supercoralli, Torino, Einaudi, 1995, ISBN 978-88-061-3678-9.
  • Città della pianura (Cities of the Plain, 1998), trad. di Raul Montanari, Collana Supercoralli, Torino, Einaudi, 1999, ISBN 978-88-061-5060-0.
  • Non è un paese per vecchi (No Country for Old Men, 2005), trad. di Martina Testa, Collana Supercoralli, Torino, Einaudi, 2006, ISBN 978-88-061-7967-0.
  • La strada (The Road, 2006), trad. di Martina Testa, Collana Supercoralli, Torino, Einaudi, 2007, ISBN 978-88-061-8582-4.
    (vincitore del James Tait Black Memorial Prize 2006 e del Pulitzer Prize for Fiction 2007)
  • Il passeggero (The Passenger, 2022), traduzione di Maurizia Balmelli, Collana Supercoralli, Torino, Einaudi, 2023, ISBN 978-88-062-5957-0.
    Stella Maris, New York, Alfred A. Knopf, 2022, ISBN 978-0-307-26900-3.

Tutti i racconti di Cormac McCarthy

  • Wake for Susan, 1959;
  • A Drowning Incident, 1960;
  • The Dark Waters, 1965.

E' disponibile su Amazon il Reading Journal del gruppo di lettura 10 pagine al giorno. 
Clicca per comprarlo o per scoprire il gruppo su Telegram!