Augustus di John Williams

Nello di Coste
2,6 min read501 words
SHARE

IG: @nello_di_coste

 

Perchè leggere “Augustus” di John Williams?

Augustus di John Williams conferma, per me, la grandezza di John Williams. Dopo Stoner ho deciso di sapere di più di questo autore, così l’ho messo alla prova in un romanzo opposto di quello che avevo già letto. Se Stoner ha una sola voce e un solo punto di vista, Augustus ha tante voci e altrettanti punti di vista.

Questo libro è molto particolare. Usa una struttura epistolare romanzata per raccontare una delle figure che più di tutte hanno ribaltato la storia, spianando la strada al mondo occidentale come lo conosciamo oggi.

Il personaggio di Augusto viene presentato in un romanzo corale, con voci varie e discordanti. Il libro è una grande sala di figure che hanno conosciuto il primo imperatore o che hanno vissuto il suo tempo. Grazie a John Williams scopriamo un uomo cagionevole e solo apparentemente debole. Un ragazzo giusto e responsabile. Un uomo composto, rispettoso delle leggi e innamorato di Roma tanto quanto era innamorato si sua figlia Giulia.

Giulia è proprio il personaggio che più mi ha stupito in tutto l’arco narrativo. Nonostante la presenza di Mecenate, Agrippa, Marco Antonio e Cleopatra, è Giulia che si impone nella seconda parte del romanzo, al punto che il libro sembra dedicato a lei. Giulia parla, racconta e si porta alla rovina. Giulia osa, espone il padre e se stessa a molti pericoli. La sua vita dissipata e incurante delle tradizioni, la porta in conflitto politico con il padre, costretto, a far rispettare le leggi da lui stesso emanate. Augusto amava sua figlia più di ogni altra cosa, nonostante la sua costante ricerca di un erede maschio, la chiamava la “sua piccola Roma”, ma è costretto alla fine a mandarla in esilio.

Un parere su “Augustus” di John Williams?

Questo libro abbandona le vette della bellezza e dell’armonia che John Williams raggiunge con Stoner. Lo scrittore continua a volare alto, molto in alto, con una scrittura molto chiara nonostante il grande numero di voci che si alternano. Augusto è descritto da tanti pareri, osservato da tanti occhi e giudicato da tante voci. Voci amiche e nemiche. Così con la Roma del suo tempo si impone la sua figura davanti al lettore.

Un grande aiuto alla comprensione del romanzo mi è arrivato dal podcast Cleopatra di Alberto Angela, che da esperto divulgatore storico ci porta per mano nella Roma augustea.  La descrive con perizia di dettagli nei sui vicoli, nei suoi rumori e odori. Ma di questo però vi parlerò presto in un prossimo post!

il profeta di kahlil gibran citazione

”La vostra anima è spesso un campo di battaglia dove la ragione e il giudizio fanno guerra all’appetito e alla passione.”

Scopri le mie letture

Vuoi sapere di più su altri libri? Scopri le altre letture (perché recensione è un parolone e io resto umile), quindi leggi anche:

Stoner di John Williams

Persone Normali di Sally Rooney

Vuoi comprare il libro?

Fallo cliccando qui:
https://amzn.to/3eVcs0g

Falla girare!